martedì 5 giugno 2012

TIMPAVIVA SI FA, ma senza musica.


Grazie.

Non c'è altro modo per iniziare questo comunicato, perché nell'attesa di conoscere l'esito della denuncia nei nostri confronti da parte del partito Sinistra Ecologia e Libertà di Acireale siamo stati confortati e incoraggiati con affetto e partecipazione sorprendenti.

Abbiamo appena appreso la posizione ufficiale da parte dell'Azienda Foreste in merito a Timpaviva 2012: l'iniziativa non sarà interrotta come auspicato dalla nota di SEL, ma ci è stato revocato il permesso di far uso di dispositivi di amplificazione di qualsiasi tipo.

Quest'anno il partito Sinistra Ecologia e Libertà ha proposto un comitato dal nome Timpa Nostra finalizzato a "rendere la Timpa un bene comune, dei cittadini" (!!!). Il comitato in questione ha deliberato che la nostra iniziativa non fosse eco-compatibile per via della musica, e che generasse delle microdiscariche lungo il percorso. Quest'ultima affermazione, oltre che palesemente falsa, offende noi e le decine di volontari che ogni anno ci aiutano a ripulire il tracciato prima, durante e dopo la festa. Soprattutto ci stupisce che il comitato non abbia almeno provato a contattarci per discutere insieme l'argomento, e abbia fatto diretto ricorso a una denuncia ufficiale. La nostra opinione è che per gli autori della nota ci sia una grande distanza tra il concetto di legalità e quello di correttezza; basti pensare che tra i destinatari non compariva affatto la nostra associazione, neanche una classica copia "per conoscenza".

Non ci aspettiamo scuse, né le desideriamo: le parole non ci servono. Se siamo riusciti a portare avanti Timpaviva nel corso degli anni è perché abbiamo sempre chiesto l'aiuto della gente, singoli ed associazioni, che ci hanno sempre aiutato a FARE le tante, piccole cose che compongono questa festa.

Anche in questa occasione è a voi che ci affidiamo. Siamo coscienti del fatto che una festa senza musica perda tanto della sua attrattiva, e abbiamo bisogno come non mai di supporto, di attività da inserire in programma, di performances che non richiedano amplificazione elettronica. Tirate fuori chitarre, fisarmoniche, violini. Riscaldate le corde vocali e venite a divertirvi e colorare le serate di Timpaviva.

Chiediamo supporto anche alle associazioni di volontariato, con particolar riferimento a quelle che si dedicano alla difesa dell'ambiente, affinché partecipino alle attività da sempre previste all'interno di Timpaviva - pulizia della location, informazione su ecologia e sostenibilità, gestione della raccolta differenziata, laboratori di riuso creativo -  e contribuiscano, secondo le proprie impressioni, con una testimonianza sul nostro operato. Noi le raccoglieremo e le pubblicheremo su questa pagina.

Non siamo casinisti. Non siamo organizzatori di eventi, e sicuramente Timpaviva ha sempre sofferto di una quantità di imperfezioni dovute alla mancanza di esperienza o all'insufficienza di risorse. Non vogliamo rinunciare a Timpaviva per via di un'azione politica di un partito, perché sappiamo di essere in tanti a pensare ancora che un posto così MERITI DI ESSERE CONOSCIUTO E ABBIA BISOGNO DI ESSERE VISSUTO. Questa è la nostra idea di Bene Comune.






Riportiamo di seguito la nota di SEL per completezza.

La Timpa di Acireale, Sito di Interesse Comunitario (SIC) ITA 07004, dal 1999 è Riserva naturale orientata, azione di tutela che ha confermato come questa rappresenti una delle aree naturali più suggestive della nostra Regione, un vero e proprio polmone verde della nostra città.

L’istituzione dell’area protetta è stata il frutto delle azioni di cittadini ed associazioni ambientaliste acesi, una conquista concreta ottenuta dopo anni di mobilitazione che hanno coinvolto a più riprese migliaia di persone in diverse attività di impegno civico.
La Riserva della Timpa è, dunque, un bene comune, perché rappresenta un patrimonio di tutto il territorio e delle donne e degli uomini che lo vivono. 
Il Comitato “Timpa Nostra”, proposto dal circolo acese di Sinistra Ecologia Libertà, intende impegnarsi per una significativa ed efficace valorizzazione del territorio, un comitato aperto a tutte le associazioni, i movimenti, i partiti ed i cittadini che hanno a cuore questo nostro patrimonio naturale.
La presente intende sottoporre, perciò, alla Vostra attenzione alcuni elementi di generica valutazione relativa all’ordinaria gestione della Riserva e della sua realizzazione.
Questa lettera non vuole in alcun modo essere esaustiva, ma rappresenta la prima versione di un ragionamento iniziato collettivamente, che diventerà via via più completo ed approfondito nei suoi singoli aspetti.
E’ un dato di fatto, purtroppo, che la Timpa, negli ultimi anni, versi in uno stato di totale abbandono e che ospiti l’organizzazione di eventi in violazione delle disposizioni regolamentari del DA del 23 aprile 1999.
Considerate le norme che emergono dal regolamento istitutivo della Riserva, ci chiediamo, in particolare, come il Corpo Forestale non sia riuscito a garantire neanche l’ordinaria amministrazione di un’area protetta.
Ma, soprattutto, la nostra comunicazione intende porre l’attenzione su due eventi che riteniamo in contrasto con l’Art. 2, lett. A, punto 2.1 (Regolamento e modalità d’uso e divieti), lett. aa-bb.

Innanzitutto, nonostante l’esplicito divieto previsto dal Regolamento, la Timpa ospita da diversi anni l’iniziativa “TimpaViva”, realizzata nel corso della stagione estiva (quest’anno si svolgerà il 13, 14 e 15 luglio) che provoca, puntualmente, micro discariche in diversi punti delle Chiazzette, ma soprattutto rumori non consentiti in un’area che dovrebbe proteggere anche la sua fauna; in particolar modo ci riferiamo alla musica dal vivo effettuata da gruppi giovanili e da “dj set”; per comprendere l’impatto dell’iniziativa ed il genere di attività (non tutte) realizzate basta visionare i video presenti on line e relativi alle edizioni precedenti.

Come se non bastasse ancora, la nostra Timpa ospiterà il sorvolo della Pla Pattuglia acrobatica nazionale dell’Aeronautica Militare “Frecce Tricolori” tornerà ad esibirsi ad Acireale domenica 10 giugno 20attuglia Acrobatica Nazionale dell’Aeronautica Militare “Frecce Tricolori” (evento già realizzato qualche anno fa e che si ripeterà il 10 giugno c.a.), iniziativa che, a nostro parere, apporta disturbo alla fauna e comporta un considerevole inquinamento acustico ed atmosferico; inoltre, l’alta affluenza di visitatori all’evento pongono importanti problemi per la sicurezza degli stessi, che anche nel corso della scorsa edizione sono stati sottovalutati.


Il Comitato “Timpa Nostra” chiede di conoscere i provvedimenti amministrativi che vorrete adottare in merito ai fatti sopracitati, nella speranza che si proceda verso un’interruzione di queste deleterie iniziative ed una totale sospensione di quanto provoca inaccettabili danni naturali.

Il presente documento è stato inviato a:

Azienda Foreste Demaniali
Ufficio Territoriale


Azienda Regionale Foreste Demaniali
Servizio 4° Programmazione Interventi C
Gestione Tecnica Aree Protette e Riserve Naturali

Assessorato Regionale Territorio Ambiente
- Dirigente Generale

- Servizio 6/ D.T.A. U.O. Gestione Riserve Naturali
- Servizio 2/ D.T.A. U.O. Valutazione di Incidenza
- Servizio 4/D.T.A.
- Consiglio Regionale per la Protezione del Patrimonio Naturale

Comitato Tecnico Scientifico Provinciale
c/o Assessorato Territorio Ambiente

Ispettorato Ripartimentale delle Foreste di Catania

Soprintendenza ai Beni Culturali e Ambientali

Servizi Beni Paesaggistici, Naturali ed Urbanistici

Distaccamento Forestale di Giarre

Sindaco del Comune di Acireale

Assessorato alle Politiche di tutela del territorio 
e Timpa del Comune di Acireale